Breve Storia Del Cibo Di Strada

You are viewing the version of this page saved on 8th October 2012 at 11:41. View the current version or the list of all versions.

Il cibo di strada si sarebbe sviluppato e diffuso al tempo dell’Impero romano. Gran parte della popolazione infatti consumava i pasti in piedi, velocemente, sostando in locali semi-aperti affacciati sulla strada: le tabernae, di cui rimangono importanti vestigia a Pompei. Questi locali avevano un bancone di pietra, con cinque o sei contenitori incastrati, rivolto verso la strada; altri contenitori erano messi in mostra per la gente che passava. Accanto al banco vi era un fornello con una casseruola piena di acqua calda. Nel retro c'erano la cucina e le sale per la consumazione.


Oltre che méta dei viaggiatori di passaggio, erano anche il luogo dove i poveri si facevano riscaldare le vivande, in quanto non sempre disponevano di strumenti o spazio sufficiente per la cottura a casa loro. Le classi popolari urbane conoscevano il piacere di consumare a tavola solo il pasto serale. I ricchi si potevano invece permettere antipasti e dolcetti, che acquistavano o si facevano preparare a casa. Nonostante ciò, le tabernae erano molto numerose e, pur avendo una cattiva reputazione, venivano frequentate anche da persone importanti. Ciò era però considerato di cattivo gusto dai patrizi, i quali rischiavano di veder sporcata la propria reputazione se erano visti far colazione alla taverna.


Oltre alle "cauponae" e alle "tabernae" dove i passanti compravano o consumavano bevande fresche o vino caldo, numerosi erano i venditori ambulanti che offrivano pane, frittelle, salsicce, ecc. I venditori ambulanti, detti lixae, esibivano le loro cibarie su bancarelle smontabili in tavole, protette dalla pioggia per mezzo di tende. La loro attività era controllata, perché essi vendevano i loro prodotti vicino a luoghi sacri e, per rispetto nei confronti degli dei, si volevano evitare scene di ebbrezza e disordini.


Lo scrittore latino Marziale in un epigramma descrive il caos delle strade dell’Urbe prima dell’editto di Domiziano che aveva regolato l’esposizione e lo stazionamento di merci per strade e marciapiedi: “Non più fiaschi appesi ai pilastri… barbiere, bettoliere, friggitore, norcino; nel proprio guscio se ne sta ciascuno. Ora c’è Roma: prima era un casino”. Ma la pratica del cibo di strada non scomparve.


Come già avveniva nell’antica Roma, sia nel Medioevo che nell’Età Moderna le classi popolari urbane vivevano gran parte della giornata per strada, dove consumavano i loro pasti comprando prodotti in botteghe o da venditori ambulanti. Con lo sviluppo dell’industrializzazione e l’entrata delle donne nel mondo del lavoro extrafamiliare, il ceto popolare urbano s’ingrossò, e il fenomeno del cibarsi per strada aumentò. ulteriormente 


Oggi lo street food torna a fare tendenza. Basti dire che Ferrà Adrià – lo chef spagnolo diventato un divo internazionale dei fornelli – ha aperto una catena di ristoranti veloci, e che Joele Robuchon – lo chef francese eletto cuoco del secolo insieme al suo maestro Freddy Girardet – ha sconvolto Parigi e la Francia dando vita ad una catena di “tavole” dove non si prenota, non si paga con la carta di credito, si mangia in venti minuti a menù fisso.

Last modified: 8th October 2012 at 11:41 (view history)

Members Map

About the SFGN

The Street Food Global Network was created in 2012 with the aim to link people and organizations directly involved or interested in street food trade and governance worldwide.

The network is meant to be an open space where members can find, share, develop, and implement best practices, instruments and strategies fostering an innovative street food.

Members can access a rich documents archive
and participate in forums and mailing lists, to share information and ideas.

Rather than a mere virtual space, the network is meant to achieve real cooperation, joint projects, and collective publications.

SFGN is managed by
Street Food SQUARE Association

Website: www.streetfoodglobalnetwork.net
Contact Name: Stefano Roberto Marras
E-mail:
Contact the group manager
Category: Common Interest > Food & Drink

Street Food Global Network

Powered by GroupSpaces · Terms · Privacy Policy · Cookie Use · Create Your Own Group